mercoledì 1 aprile 2009

A volte ritornano...

E' passato davvero tantissimo dall'ultimo post...quasi cinque mesi occhio e croce. Sono successe moltissime cose nella mia vita che hanno deviato la mia attenzione.
Per prima cosa ho dovuto rimandare la discussione perchè la tesi non era pronta a dovere. Proprio questa mattina ho iniziato a scrivere l'ultima parte quindi spero di finire molto presto.
Sostanzialmente è stato questo ad aver occupato la maggior parte del mio tempo e delle mie attenzioni.
Ieri la crisi ha bussato neanche tanto delicatamente alla mia porta: la cassa integrazione è arrivata anche a casa mia. Non sono tanto preoccupata per mio padre, ma non perchè sono una figlia degenere o un'irresponsabile. Avevamo già affrontato il discorso qualche tempo fa e mi aveva spiegato che, mancandogli così poco per arrivare alla pensione, è comunque coperto. La situazione è molto più tragica per chi ha davanti ancora 10/20 di lavoro, non certo per me che tra cinque anni al massimo vado in pensione, così mi ha detto.
Tuttavia non posso fare altro che sentirmi in colpa...Perchè sto pensando alla mia tesi, alla discussione, al dopo triennale. Perchè con i soldi del mio stipendio vado qualche giorno a Parigi e perchè in estate per prepararmi ad un test andrò fuori qualche mese a studiare.
Non posso fare a meno di sentirmi in colpa. Forse sbaglio o forse no...ma questo peso resta.

5 commenti:

Gloutchov ha detto...

Se vai via per studio e ti impegni veramente (non vai a bighellonare) non ti devi sentire in colpa. Lo fai per il tuo futuro: più avrai una istruzione completa, più facilmente troverai un lavoro decente.

Credo comunque che i tuoi genitori saranno ben contenti di aiutarti a costruire le basi su cui si fonderà il tuo futuro. Tutt'altra cosa sarebbe se il danaro venisse sprecato...

Sta serena! ^_^

Passero ha detto...

Ti dovresti sentire in colpa se tu non ti fossi impegnata e se smetterai di farlo cacciando alle ortiche tutto quello per cui hai (hanno) lavorato fino ad ora.
Forza pensa a dare il meglio di te.

AndreA ha detto...

Oltre a ciò che hanno già scritto aggiungo... la scelta è quella giusta! ;-)

Un abbraccio! :-)

duhangst ha detto...

Studiare e lavorare per il proprio futuro, niente sensi di colpa e olio di gomito :-)

Flavia ha detto...

@ Gloutchov , purtroppo il lavoro non dipende solo dall'istruzione :(

(FulviaLeopardi)